Omicidio Ilenia Fabbri, svelato il mistero dei ganci sbloccati della porta


Omicidio Ilenia Fabbri, svelato il mistero dei ganci sbloccati della porta


Il 6 febbraio, giorno del delitto di Faenza, sarebbe stato scelto perché una volta uscita di casa la figlia Arianna nessuno avrebbe richiuso i chiavistelli. Così il killer avrebbe avuto via libera. Intanto emerge che le minacce e le botte andavano avanti da anni: nel 2017 Ilenia Fabbri aveva già denunciato il marito – ora in carcere – poi c’erano state altre cause.
Continua a leggere


Il 6 febbraio, giorno del delitto di Faenza, sarebbe stato scelto perché una volta uscita di casa la figlia Arianna nessuno avrebbe richiuso i chiavistelli. Così il killer avrebbe avuto via libera. Intanto emerge che le minacce e le botte andavano avanti da anni: nel 2017 Ilenia Fabbri aveva già denunciato il marito – ora in carcere – poi c’erano state altre cause.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here