Parma, gli oggetti delle vittime senza nome del Covid conservate in una stanza dell’ospedale


Parma, gli oggetti delle vittime senza nome del Covid conservate in una stanza dell’ospedale


Gli oggetti appartenuti alle vittime del Covid conservati in una stanza del Padiglione Rasori dell’Ospedale Maggiore di Parma sono la testimonianza di diversi aspetti di questa pandemia. Primo fra tutti, il dolore dei pazienti costretti ad affrontare il virus da soli, andando talvolta incontro alla morte senza poter stringere la mano ai propri cari. Dall’altra, il senso di impotenza e la rabbia di questi ultimi, che si sono visti portar via il congiunto da un’ambulanza senza poterlo mai più rivedere. Infine, sono la prova dell’immensa cura e della capacità di empatia e adattamento del personale medico e dei volontari che in questi durissimi mesi hanno fatto di tutto per sopperire al grave impatto emotivo del Covid sui pazienti ricoverati, ma anche sulle loro famiglie. Un racconto a più voci dall’Ospedale Maggiore di Parma.
Continua a leggere


Gli oggetti appartenuti alle vittime del Covid conservati in una stanza del Padiglione Rasori dell’Ospedale Maggiore di Parma sono la testimonianza di diversi aspetti di questa pandemia. Primo fra tutti, il dolore dei pazienti costretti ad affrontare il virus da soli, andando talvolta incontro alla morte senza poter stringere la mano ai propri cari. Dall’altra, il senso di impotenza e la rabbia di questi ultimi, che si sono visti portar via il congiunto da un’ambulanza senza poterlo mai più rivedere. Infine, sono la prova dell’immensa cura e della capacità di empatia e adattamento del personale medico e dei volontari che in questi durissimi mesi hanno fatto di tutto per sopperire al grave impatto emotivo del Covid sui pazienti ricoverati, ma anche sulle loro famiglie. Un racconto a più voci dall’Ospedale Maggiore di Parma.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here