Claudia, arrestata e buttata a terra dalla polizia a Bruxelles: “Non respiravo, pensavo di morire”


Claudia, arrestata e buttata a terra dalla polizia a Bruxelles: “Non respiravo, pensavo di morire”


Fermata perchè in giro col cane e la sua compagna, oltre l’orario consentito dal coprifuoco, Clauda racconta di essere stata spinta violentemente a terra e con un agente sulla schiena, fra le sue urla e quelle della sua ragazza. È avvenuto lo scorso 5 marzo a Bruxelles. “Mi sono sentita schiacciata sotto un peso talmente forte che non riuscivo a respirare. Ho temuto per la mia vita”. In Belgio, spesso si parla in modo molto critico dell’uso eccessivo che talvolta contraddistingue le forze dell’ordine, con tanto di manifestazioni anche di recente.
Continua a leggere


Fermata perchè in giro col cane e la sua compagna, oltre l’orario consentito dal coprifuoco, Clauda racconta di essere stata spinta violentemente a terra e con un agente sulla schiena, fra le sue urla e quelle della sua ragazza. È avvenuto lo scorso 5 marzo a Bruxelles. “Mi sono sentita schiacciata sotto un peso talmente forte che non riuscivo a respirare. Ho temuto per la mia vita”. In Belgio, spesso si parla in modo molto critico dell’uso eccessivo che talvolta contraddistingue le forze dell’ordine, con tanto di manifestazioni anche di recente.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here