Claudio Pinti, “l’untore” di Hiv di Ancona ai domiciliari, la vittima: “Me lo ritroverò in ospedale”


Claudio Pinti, “l’untore” di Hiv di Ancona ai domiciliari, la vittima: “Me lo ritroverò in ospedale”


“Tutto questo non è normale, lo trovo inconcepibile e inaccettabile. È quella persona che mi ha fatto tanto male e mi ha distrutto la vita” ha dichiarato Romina Scaloni dopo aver appreso della scarcerazione di Claudio Pinti, “l’untore” di Hiv di Ancona e suo ex fidanzato che, pur sapendo di essere sieropositivo, la contagiò così come fece con altre donne tra cui la sua ex campagna, poi deceduta per le conseguenze della malattia.
Continua a leggere


“Tutto questo non è normale, lo trovo inconcepibile e inaccettabile. È quella persona che mi ha fatto tanto male e mi ha distrutto la vita” ha dichiarato Romina Scaloni dopo aver appreso della scarcerazione di Claudio Pinti, “l’untore” di Hiv di Ancona e suo ex fidanzato che, pur sapendo di essere sieropositivo, la contagiò così come fece con altre donne tra cui la sua ex campagna, poi deceduta per le conseguenze della malattia.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here