È cardiopatico ma gli tolgono la pensione di invalidità, Giuseppe muore di infarto 15 giorni dopo


È cardiopatico ma gli tolgono la pensione di invalidità, Giuseppe muore di infarto 15 giorni dopo


Giuseppe Cauteruccio 11 anni fa era stato colpito da infarto. Da allora aveva smesso di lavorare e usufruiva della pensione di invalidità. Ma durante l’ultima visita di accertamento, avvenuta lo scorso 17 marzo, la commissione medica aveva certificato un miglioramento delle sue condizioni, circostanza che non gli avrebbe più dato diritto al contributo economico. Dopo aver ricevuto la comunicazione per iscritto cinque giorni più tardi, Giuseppe, raccontano gli amici, è crollato psicologicamente, tanto da recarsi in una agenzia di onoranze funebri per scegliersi la bara. Si è spento a 49 anni il 31 marzo scorso, per uno scompenso cardiaco. Ora i suoi cari vogliono vederci chiaro e presenteranno un esposto alla procura della Repubblica di Paola.
Continua a leggere


Giuseppe Cauteruccio 11 anni fa era stato colpito da infarto. Da allora aveva smesso di lavorare e usufruiva della pensione di invalidità. Ma durante l’ultima visita di accertamento, avvenuta lo scorso 17 marzo, la commissione medica aveva certificato un miglioramento delle sue condizioni, circostanza che non gli avrebbe più dato diritto al contributo economico. Dopo aver ricevuto la comunicazione per iscritto cinque giorni più tardi, Giuseppe, raccontano gli amici, è crollato psicologicamente, tanto da recarsi in una agenzia di onoranze funebri per scegliersi la bara. Si è spento a 49 anni il 31 marzo scorso, per uno scompenso cardiaco. Ora i suoi cari vogliono vederci chiaro e presenteranno un esposto alla procura della Repubblica di Paola.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here