È comodo accorgersi degli operai solo quando muoiono giovani e belli


È comodo accorgersi degli operai solo quando muoiono giovani e belli


Sembrava che a parlare di operai si facesse peccato, categoria vecchia, superata, novecentesca, quando invece capita la disgrazia, muore una giovane lavoratrice ventenne e “pouf”, per magia ci si ricorda che gli operai esistono eccome. E muoiono. Un giorno all’anno abbiamo per parlare delle morti bianche e godere dell’attenzione di tutti. Uno, ed è passato. Che se ne parli oggi perché stavolta a perdere la vita in un incidente particolarmente cruento è una giovane madre bellissima dà la cifra esatta di cosa è diventato il tema della sicurezza del lavoro: prurigine. Nel migliore dei casi, pietismo.
Continua a leggere


Sembrava che a parlare di operai si facesse peccato, categoria vecchia, superata, novecentesca, quando invece capita la disgrazia, muore una giovane lavoratrice ventenne e “pouf”, per magia ci si ricorda che gli operai esistono eccome. E muoiono. Un giorno all’anno abbiamo per parlare delle morti bianche e godere dell’attenzione di tutti. Uno, ed è passato. Che se ne parli oggi perché stavolta a perdere la vita in un incidente particolarmente cruento è una giovane madre bellissima dà la cifra esatta di cosa è diventato il tema della sicurezza del lavoro: prurigine. Nel migliore dei casi, pietismo.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here