Morta intrappolata in un macchinario a 22 anni, Luana era da poco diventata mamma: “Inaccettabile”


Morta intrappolata in un macchinario a 22 anni, Luana era da poco diventata mamma: “Inaccettabile”


Non aveva ancora compiuto 23 anni Luana D’Orazio, l’operaia morta mentre lavorava in una fabbrica tessile della provincia di Prato, a Oste di Montemurlo. La giovane è rimasta intrappolata in un macchinario: “È inconcepibile continuare a morire sul lavoro. È ancor più inaccettabile la morte di lavoratori giovanissimi, oggi di una giovanissima madre”.
Continua a leggere


Non aveva ancora compiuto 23 anni Luana D’Orazio, l’operaia morta mentre lavorava in una fabbrica tessile della provincia di Prato, a Oste di Montemurlo. La giovane è rimasta intrappolata in un macchinario: “È inconcepibile continuare a morire sul lavoro. È ancor più inaccettabile la morte di lavoratori giovanissimi, oggi di una giovanissima madre”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here