Bengalese decapitato, confessa il fermato: “Gli ho tagliato la testa, sconvolto da tutto il sangue che ho visto”


Bengalese decapitato, confessa il fermato: “Gli ho tagliato la testa, sconvolto da tutto il sangue che ho visto”


Mohamed Ibrahim, venticinquenne del Bangladesh, è stato ucciso nel suo appartamento in uno stabile di corso Francia, a Torino. Alla base del folle gesto potrebbe esserci il mancato matrimonio della vittima con un parente dell’omicida. L’ammissione dell’assassino, coetaneo e connazionale del ragazzo ucciso: “Ora non voglio dire nulla, ho mal di testa”.
Continua a leggere


Mohamed Ibrahim, venticinquenne del Bangladesh, è stato ucciso nel suo appartamento in uno stabile di corso Francia, a Torino. Alla base del folle gesto potrebbe esserci il mancato matrimonio della vittima con un parente dell’omicida. L’ammissione dell’assassino, coetaneo e connazionale del ragazzo ucciso: “Ora non voglio dire nulla, ho mal di testa”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here