La moglie del sindacalista ucciso: “Vogliono oltraggiare la sua memoria, ipotesi lite fantasiosa”


La moglie del sindacalista ucciso: “Vogliono oltraggiare la sua memoria, ipotesi lite fantasiosa”


Eugenio Losco, che assiste Assia Lucia Marzocca, la vedova di Adil Belakhdim: “La vicenda verrà ricostruita nel processo ma già da ora sembra fantasioso sostenere che l’omicidio di Adil sia stato causato da un litigio o addirittura da una aggressione. Adil non era un violento, era una persona mite ed era lì solo per difendere i diritti dei lavoratori”.
Continua a leggere


Eugenio Losco, che assiste Assia Lucia Marzocca, la vedova di Adil Belakhdim: “La vicenda verrà ricostruita nel processo ma già da ora sembra fantasioso sostenere che l’omicidio di Adil sia stato causato da un litigio o addirittura da una aggressione. Adil non era un violento, era una persona mite ed era lì solo per difendere i diritti dei lavoratori”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here