Alessandria, uccide il marito perché stanca delle violenze. Le amiche: “Era segregata in casa”


Alessandria, uccide il marito perché stanca delle violenze. Le amiche: “Era segregata in casa”


Sono ancora tanti gli elementi da chiarire sull’omicidio avvenuto in provincia di Alessandria, dove Agostina Barbieri, 60 anni, ha ucciso il marito, Luciano Giacobone, ex camionista di 64 anni dopo averlo sedato. Lo ha strangolato con un laccio per le scarpe così come raccontato ai carabinieri. L’arresto della donna è stato convalidato mentre gli inquirenti tentano di raccogliere elementi utili a ricostruire la vicenda: “Era segregata in casa”, raccontano le amiche della donna.
Continua a leggere


Sono ancora tanti gli elementi da chiarire sull’omicidio avvenuto in provincia di Alessandria, dove Agostina Barbieri, 60 anni, ha ucciso il marito, Luciano Giacobone, ex camionista di 64 anni dopo averlo sedato. Lo ha strangolato con un laccio per le scarpe così come raccontato ai carabinieri. L’arresto della donna è stato convalidato mentre gli inquirenti tentano di raccogliere elementi utili a ricostruire la vicenda: “Era segregata in casa”, raccontano le amiche della donna.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here