Teschi e immagini del diavolo tatuate sul braccio, la pista satanista dietro l’omicidio di Brunico


Teschi e immagini del diavolo tatuate sul braccio, la pista satanista dietro l’omicidio di Brunico


Ci sarebbe la pista del satanismo tra quelle seguite per capire cosa sia successo a Maxim Zanella, ucciso a Brunico martedì scorso a coltellate da Oskar Kozlowski, 23enne di origini polacche residente da anni nella valle altoatesina e suo vicino di casa. Il ritrovamento di un teschio nell’appartamento della vittima, nel quale è stato compiuto il delitto, e il fatto che il fermato, secondo foto pubblicate sui social media, avesse tatuato sul braccio il numero ‘666’, cioè il numero della Bestia è un simbolo che nel cristianesimo indica un personaggio satanico, hanno alimentato i sospetti.
Continua a leggere


Ci sarebbe la pista del satanismo tra quelle seguite per capire cosa sia successo a Maxim Zanella, ucciso a Brunico martedì scorso a coltellate da Oskar Kozlowski, 23enne di origini polacche residente da anni nella valle altoatesina e suo vicino di casa. Il ritrovamento di un teschio nell’appartamento della vittima, nel quale è stato compiuto il delitto, e il fatto che il fermato, secondo foto pubblicate sui social media, avesse tatuato sul braccio il numero ‘666’, cioè il numero della Bestia è un simbolo che nel cristianesimo indica un personaggio satanico, hanno alimentato i sospetti.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here