Green pass obbligatorio, editore si ritira dal Salone del Libro di Torino per protesta


Green pass obbligatorio, editore si ritira dal Salone del Libro di Torino per protesta


La casa editrice ‘Uno Editori’ abbandona il Salone internazionale del libro di Torino: la decisione di non partecipare è legata al green pass, obbligatorio per partecipare all’evento: “Rinuncio all’acconto dato per l’acquisto dello spazio e agli incassi dei 5 giorni di fiera, e a dare lavoro a tutte le persone coinvolte in questi anni per la gestione dello stand… perché? Per rispettare uno dei valori più elevati e sacri dell’universo, la libertà”.
Continua a leggere


La casa editrice ‘Uno Editori’ abbandona il Salone internazionale del libro di Torino: la decisione di non partecipare è legata al green pass, obbligatorio per partecipare all’evento: “Rinuncio all’acconto dato per l’acquisto dello spazio e agli incassi dei 5 giorni di fiera, e a dare lavoro a tutte le persone coinvolte in questi anni per la gestione dello stand… perché? Per rispettare uno dei valori più elevati e sacri dell’universo, la libertà”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here