Laila Hel Harim, in centinaia ai funerali dell’operaia: “Non si può lavorare per morire”


Laila Hel Harim, in centinaia ai funerali dell’operaia: “Non si può lavorare per morire”


Cronaca dell’ultimo accorato saluto a Laila Hel Harim, l’operaia di Bastiglia (Modena) morta il 3 agosto 2021 mentre si trovava a lavoro nell’azienda Bombonette di Camposanto. Alla cerimonia islamica erano presenti più di duecento tra parenti, amici, ex colleghi e rappresentanti delle istituzioni. Intanto, proseguono le indagini sulle circostanze che hanno condotto la giovane donna al decesso, “schiacciata” all’interno di una fustellatrice. Nel registro degli indagati figurano al momento due rappresentanti dell’azienda emiliana specializzata nel confezionamento di dolciumi.
Continua a leggere


Cronaca dell’ultimo accorato saluto a Laila Hel Harim, l’operaia di Bastiglia (Modena) morta il 3 agosto 2021 mentre si trovava a lavoro nell’azienda Bombonette di Camposanto. Alla cerimonia islamica erano presenti più di duecento tra parenti, amici, ex colleghi e rappresentanti delle istituzioni. Intanto, proseguono le indagini sulle circostanze che hanno condotto la giovane donna al decesso, “schiacciata” all’interno di una fustellatrice. Nel registro degli indagati figurano al momento due rappresentanti dell’azienda emiliana specializzata nel confezionamento di dolciumi.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here