“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”, le minacce del 30enne alla 12enne stuprata a Bologna


“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”, le minacce del 30enne alla 12enne stuprata a Bologna


Dopo la violenza sessuale in casa, approfittando dell’amicizia della famiglia della bimba, il 30enne arrestato avrebbe anche scattato foto con il cellulare e minacciato la 12enne di inviarle i servizi sociali a casa per indurla a tacere. È l’agghiacciante scenario che emerge dai documenti dell’inchiesta sul terribile stupro avvenuto in un appartamento del quartiere Pilastro di Bologna.
Continua a leggere


Dopo la violenza sessuale in casa, approfittando dell’amicizia della famiglia della bimba, il 30enne arrestato avrebbe anche scattato foto con il cellulare e minacciato la 12enne di inviarle i servizi sociali a casa per indurla a tacere. È l’agghiacciante scenario che emerge dai documenti dell’inchiesta sul terribile stupro avvenuto in un appartamento del quartiere Pilastro di Bologna.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here