Il femminicidio di Bronte ripreso da telecamere di sorveglianza. I vicini: “Abbiamo sentito le urla”


Il femminicidio di Bronte ripreso da telecamere di sorveglianza. I vicini: “Abbiamo sentito le urla”


Il femminicidio di Ada Rotini a Bronte arriva poco più di due settimane dopo quello di Vanessa Zappalà, ad Acitrezza. La provincia di Catania fa così i conti con due storie di violenza sulle donne. Rotini, badante di 46 anni, è stata accoltellata al collo dal marito Filippo Asero, che ha poi tentato il suicidio. Il fatto in un vicolo con telecamere di videosorveglianza: in quelle immagini potrebbero esserci gli ultimi istanti di vita della vittima.
Continua a leggere


Il femminicidio di Ada Rotini a Bronte arriva poco più di due settimane dopo quello di Vanessa Zappalà, ad Acitrezza. La provincia di Catania fa così i conti con due storie di violenza sulle donne. Rotini, badante di 46 anni, è stata accoltellata al collo dal marito Filippo Asero, che ha poi tentato il suicidio. Il fatto in un vicolo con telecamere di videosorveglianza: in quelle immagini potrebbero esserci gli ultimi istanti di vita della vittima.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here