Omicidio Bitonto, il picchiatore resta in carcere. Il gip: “Vittima morta per brutale aggressione”


Omicidio Bitonto, il picchiatore resta in carcere. Il gip: “Vittima morta per brutale aggressione”


Il 20enne Fabio Giampalmo, accusato dell’omicidio del 41enne Paolo Caprio, resta in carcere. Secondo il gip l’indagato ha “posto in essere un’aggressione ai danni della vittima tanto improvvisa e repentina quanto vile e brutale”, parlando di “inaudita violenza” e di “personalità assai pericolosa, manifestando una spiccata impulsività e una totale incapacità di tenere a freno i propri raptus di violenza”.
Continua a leggere


Il 20enne Fabio Giampalmo, accusato dell’omicidio del 41enne Paolo Caprio, resta in carcere. Secondo il gip l’indagato ha “posto in essere un’aggressione ai danni della vittima tanto improvvisa e repentina quanto vile e brutale”, parlando di “inaudita violenza” e di “personalità assai pericolosa, manifestando una spiccata impulsività e una totale incapacità di tenere a freno i propri raptus di violenza”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here