Il papà di Alex, ucciso a 2 anni a Perugia: “Sua madre si tirava pugni in pancia quando era incinta”


Il papà di Alex, ucciso a 2 anni a Perugia: “Sua madre si tirava pugni in pancia quando era incinta”


Parla Norbert Juhász, il papà del piccolo Alex, il bimbo di due anni morto lo scorso 1 ottobre a Città delle Pieve, in provincia di Perugia, il cui cadavere è stato messo sul nastro trasportatore del supermercato Lidl di Po Bandino dalla madre: “Lei con lui era cattiva. In gravidanza si tirava pugni in pancia. Ha minacciato di dargli fuoco. Solo per questo avrebbero già dovuto toglierlo a lei”.
Continua a leggere


Parla Norbert Juhász, il papà del piccolo Alex, il bimbo di due anni morto lo scorso 1 ottobre a Città delle Pieve, in provincia di Perugia, il cui cadavere è stato messo sul nastro trasportatore del supermercato Lidl di Po Bandino dalla madre: “Lei con lui era cattiva. In gravidanza si tirava pugni in pancia. Ha minacciato di dargli fuoco. Solo per questo avrebbero già dovuto toglierlo a lei”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here