Sara Pedri, collega a Chi l’ha visto: “Pregavo Dio di fare un incidente per non andare più al lavoro”


Sara Pedri, collega a Chi l’ha visto: “Pregavo Dio di fare un incidente per non andare più al lavoro”


Sono diverse le colleghe di reparto di Sara Pedri a denunciare i maltrattamenti e le vessazioni subiti in ospedale a Trento. Intervistate da “Chi l’ha visto?” hanno raccontato i momenti di sconforto in cui speravano di non andare più al lavoro: “Ogni volta che andavo a lavorare pregavo Dio di fare un incidente, rimanere paralizzata e non andarci più”, racconta una collega di Sara, la ginecologa di Forlì scomparsa lo scorso 4 marzo da Cles. Indagati per maltrattamenti l’ex primario dell’Unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento, dove la ragazza lavorava, e la sua vice.
Continua a leggere


Sono diverse le colleghe di reparto di Sara Pedri a denunciare i maltrattamenti e le vessazioni subiti in ospedale a Trento. Intervistate da “Chi l’ha visto?” hanno raccontato i momenti di sconforto in cui speravano di non andare più al lavoro: “Ogni volta che andavo a lavorare pregavo Dio di fare un incidente, rimanere paralizzata e non andarci più”, racconta una collega di Sara, la ginecologa di Forlì scomparsa lo scorso 4 marzo da Cles. Indagati per maltrattamenti l’ex primario dell’Unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento, dove la ragazza lavorava, e la sua vice.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here