Omicidio Brunico: trovato un teschio insanguinato. Il killer voleva “evocare un demone”

Omicidio Brunico: trovato un teschio insanguinato. Il killer voleva “evocare un demone”


Oskar Kozlowski, 23enne di origini polacche, reo confesso dell’omicidio di Maxim Zanella, lo scorso luglio in provincia di Bolzano, era ossessionato dal mondo dell’occulto e dal satanismo. In casa della vittima sono state trovate candele e un teschio insanguinato.
Continua a leggere


Oskar Kozlowski, 23enne di origini polacche, reo confesso dell’omicidio di Maxim Zanella, lo scorso luglio in provincia di Bolzano, era ossessionato dal mondo dell’occulto e dal satanismo. In casa della vittima sono state trovate candele e un teschio insanguinato.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here