ART di Yasmina Reza al Teatro Comunale di Cicagna – il valore dell’amicizia in un regno di equivoci

Sabato 11 dicembre 2021 ore 21

Il Crocogufo, compagnia genovese, già applauditissima al Teatro Comunale di Cicagna con commedie come Filumena Marturano, Non ti pago, Questi Fantasmi e Arsenico Vecchi Merletti, sabato 11 dicembre ore 21 porta in scena la sua ultima produzione ART di Yasmina Reza con la regia di Federica Menini,  finalista nel concorso FITA Tre Caravelle 2021 e Premio Scotti 2021 a Alessandro Silvio come miglior attore.

Applaudito nei teatri italiani già dal 2011 messo in scena da Giampiero Solari con Alessio Boni, Alessandro Haber e Gigio Alberti, ART di Yasmina Reza, nata a Parigi da padre iraniano e madre ungherese, acclamata oggi come una delle più importanti drammaturghe in lingua francese, è un testo del 1994, tanto divertente quanto crudele, che rappresenta l’egoismo e l’ipocrisia che regolano le relazioni tra le persone.

“Il mio amico Serge ha comprato un quadro” annuncia Marc ad apertura di sipario. “E’ una tela di un metro e venti per un metro dipinto di bianco”. Subito dopo Marc viene a sapere dallo stesso Serge che il quadro è stato pagato cinquantamila euro, cosa che Marc giudica assurda poiché secondo lui è “una merda”. Un terzo amico, Yvan, che ha già abbastanza guai con i preparativi del suo matrimonio, non prende posizione venendo accusato dagli altri due di pusillanimità e doppiezza, così la serata che i tre decidono di passare insieme si trasforma in un regolamento di conti, in un gioco al massacro, il quadro bianco diventa il rivelatore da cui affiorano nevrosi, risentimenti e rivalità mentre le parole si fanno sempre più velenose fino a ridurre in macerie la fragile impalcatura del loro rapporto di amicizia.

L’arte diventa la metafora della soggettività assoluta ed espediente per evidenziare le fragilità del rapporto tra i tre uomini, l’impossibilità di comunicare; ogni personaggio entra distintamente e separatamente nello spazio domestico che, come per Il dio del massacro (da cui Roman Polanski ha tratto il film Carnage), diventa il luogo per eccellenza in cui l’autrice lascia consumare i suoi drammi.

Il bianco del quadro è lo spazio vuoto che diviene regno di equivoci, di non detti, di silenzi; uno specchio in cui si è costretti a scavarsi dentro, un terreno di confronto in cui ciascuno può cercare di vedere quello che vuole oppure scegliere di non vedere assolutamente nulla.

Senza enfasi né affettazione, ma restituendo i toni di una vera discussione tra amici, dal divertito al nevrotico, passando per l’aggressivo e sfumando nel conciliatorio, lo spettacolo rivela risentimenti e rivalità di tre amici legati non si sa più da cosa, se non dal ricordo di uno sguardo che, probabilmente, un tempo condividevano.

con Franco Baldan, Angelo Formato, Alessandro Silvio

  

Biglietti – Intero € 12,00 –  Ridotto € 10,00

orario biglietteria

La biglietteria del Teatro Comunale di Cicagna è aperta nei giorni di spettacolo serale dalle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo pomeridiano dalle ore 14.00 .

Telefono biglietteria: 0185 1908295349 0960750

Prenotazioni/ Basta un SMS 

Informazioni e prenotazioni ai numeri 0185 1908295 – 349 0960750

E’ possibile prenotare con un SMS  o Messaggio WhatsApp al numero 349 0960750 indicando data dello spettacolo, proprio nome e cognome, numero di posti e numero telefonico della persona referente del gruppo.  Riceverete un SMS risposta di avvenuta prenotazione

I biglietti prenotati vanno ritirati entro 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

L’articolo ART di Yasmina Reza al Teatro Comunale di Cicagna – il valore dell’amicizia in un regno di equivoci proviene da Viva il teatro.



Fonte:Viva il teatro


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here