Licenziato per le troppe multe, parla il capotreno: “I passeggeri mi adorano, a lavoro serve rigore”

Licenziato per le troppe multe, parla il capotreno: “I passeggeri mi adorano, a lavoro serve rigore”


L’intervista a Francesco Bonanno, il capotreno di Jesolo licenziato da Trenitalia per aver fatto troppe multe e poi reintragato dopo che la Cassazione ha chiuso il caso: “Non sono mai autoritario né prepotente, è una questione di civiltà. Chiudere con l’onta di un licenziamento sarebbe stato orribile”.
Continua a leggere


L’intervista a Francesco Bonanno, il capotreno di Jesolo licenziato da Trenitalia per aver fatto troppe multe e poi reintragato dopo che la Cassazione ha chiuso il caso: “Non sono mai autoritario né prepotente, è una questione di civiltà. Chiudere con l’onta di un licenziamento sarebbe stato orribile”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here