Liliana Resinovich, il dna trovato sul cordino non appartiene né al marito né a Claudio Sterpin

Liliana Resinovich, il dna trovato sul cordino non appartiene né al marito né a Claudio Sterpin


Secondo le analisi effettuate dalla Scientifica, il dna trovato sul cordino che stringeva i sacchetti di nylon dove era infilata la testa di Liliana Resinovich non appartiene né al marito, Sebastiano Visintin, né all’amico Claudio Sterpin e né al vicino di casa, Salvatore Nasti.
Continua a leggere


Secondo le analisi effettuate dalla Scientifica, il dna trovato sul cordino che stringeva i sacchetti di nylon dove era infilata la testa di Liliana Resinovich non appartiene né al marito, Sebastiano Visintin, né all’amico Claudio Sterpin e né al vicino di casa, Salvatore Nasti.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here