MEMORIE ANTICHE presenta: Roma, Vie Crucis laiche, condottieri, Imperatrici e tiranni

Fino al 30 aprile si celebrano personaggi, luoghi e memorie di Roma, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, con gli 8 appuntamenti dello speciale programma di spettacoli in cuffia di Teatro Mobile e Illoco Teatro, fra testi di Shakespeare, Camus, Brecht e drammaturgie inedite.

Tutti i weekend dal 15 aprile al 30 aprile

Iniziativa realizzata con i fondi della Regione Lazio

Nel Parco Archeologico dell’Appia Antica: a partire dal 15 aprile, sono 8 gli appuntamenti con lo speciale programma di spettacoli in cuffia di Memorie Antiche con il Teatro Mobile – Drammaturgie d’ascolto e nuove percezioni, il progetto di Teatro Mobile, realizzato in partnership con Illoco Teatro, che in questa prima fase di programmazione propone messe in scena da testi di Brecht, Camus e Shakespeare accanto a progetti sperimentali e drammaturgie completamente inedite.

A partire dal periodo di Pasqua, passando dal compleanno di Roma e dalla Festa di Liberazione, fino alla fine del mese, fra teatro site specific, tecnologia e valorizzazione dei beni culturali, gli spettacoli di Teatro Mobile ed Illoco Teatro, nel mese di aprile, mettono in scena produzioni originali – con prime assolute – presentate nell’innovativa modalità “in cuffia” e con grandi interpreti come Evelina Meghnagi e Galatea Ranzi.

Prima di Pasqua, va in scena il 15 aprile, presso il Mausoleo di Cecilia Metella nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, il “Giuda” secondo Giuseppe Berto, con Pietro Faiella – che cura anche l’adattamento del testo – e la regia di Marcello Cava. L’adattamento teatrale del romanzo di Giuseppe Berto mette in scena i momenti principali della relazione di Giuda con Gesù, cogliendo i due estremi della sua storia – il primo incontro con Cristo e il tradimento. Sabato 16 aprile triplo appuntamento con la prima assoluta di 15 STAZIONI, per una riflessione sul tempo presente e la sua tragica attualità attraverso le partiture testuali scelte da Pina Catanzariti; lo spettacolo con Galatea Ranzi e Dario Carbone, e con la partecipazione di Evelina Meghnagi, si terrà alle 12:00 all’ex Cartiera Latina sede del Parco Regionale dell’Appia Antica in una versione in forma di Oratorio; 15 STAZIONI diventa alle 15:00via crucis laica” nel tempo della Pasqua, in forma di viaggio “migrante” lungo due dei tratti più suggestivi della via Appia Antica, da San Sebastiano al Mausoleo di Cecilia Metella; alle 17:00, invece, il secondo movimento della “via crucis laica” che prevede il viaggio completo attraverso le 15 stazioni, partendo dal Mausoleo di Casal Rotondo e arrivando fino al Mausoleo di Pompeo Magno.

Venerdì 22 aprile, in occasione del Natale di Roma, dopo la visita guidata alla Tomba Barberini (ore 16:00) appuntamento alle Tombe di Via Latina nel Parco Archeologico dell’Appia Antica alle ore 17:00 con l’anteprima assoluta dell’esperimento di road movie – war game Memoria e Immaginario di Roma: riscritture moderne dei miti Fondativi – ORAZI E CURIAZI e LUCULLO secondo Brecht, una produzione di Teatro Mobile con Antonella Gargano, Massimo Guarascio e Piero Marietti, con la performance di Claudio Molinari e Nicola Pecora – adattamento di Pina Catanzariti, regia di Marcello Cava. Sabato 23 aprile alle ore 17:00, presso il Grande Ninfeo della Villa dei Quintili nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, in scena guerra e potere – in tema della giornata della Liberazione – con Caligola, il testo di Camus incentrato sul delirio del potere, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1945. La lotta tra la coscienza individuale e la burocrazia politica e intellettuale, percorsa attraverso le vicende tragiche di un imperatore folle e crudele, nella produzione di Teatro Mobile con Raffaele Gangale, Fabrizio Parenti, nell’adattamento di Pina Catanzariti e con la regia di Marcello Cava.

Il 24 aprile alle ore 17:00, presso la Villa dei Quintili nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, Galatea Ranzi in scena con Galliano Mariani, Pietro Faiella, Liliana Massari e Raffaele Gangale con frammenti da Octavia; a partire dall’unica tragedia romana pervenutaci integralmente e attribuita a Seneca (appositamente tradotta e adattata da Pina Catanzariti, e messa in scena con la regia di Marcello Cava) in questo lavoro site specific si narra la vicenda di Ottavia, la sposa che Nerone abbandona per Poppea, condannandola all’esilio e alla morte. Intervengono Annalisa Cipriani (Italia Nostra) e Simone Quilici (Direttore del Parco Archeologico dell’Appia Antica).

L’ultima data, il 30 aprile, è affidata a Illoco Teatro che porta il Coriolano di Shakespeare in un viaggio itinerante; dopo la visita guidata alla Tomba Barberini (ore 16:00) appuntamento alle Tombe di Via Latina nel Parco Archeologico dell’Appia Antica alle ore 17:00 con le peripezie belliche e politiche di Caio Marzio – cioè, Coriolano, spinto dalla madre a proporsi per la carica di Console, in uno spettacolo corale, adattato da Roberto Andolfi e Dario Carbone e con la regia di Roberto Andolfi, con Roberto Andolfi, Dario Carbone, Annarita Colucci, Bruno Ricci e Francesco Zaccaro.

Memorie Antiche con il Teatro Mobile – Drammaturgie d’ascolto e nuove percezioni è un progetto di Teatro Mobile, realizzato in partnership con Illoco Teatro, che congiunge lo spettacolo dal vivo con la valorizzazione dei beni culturali e con le nuove tecnologie declinate nella fruizione specifica dell’audio in cuffia, per cercare la memoria antica dei luoghi e farla rivivere in un immaginario contemporaneo. L’innovativa formula del teatro in cuffia garantisce eventi a impatto zero – senza scenografie o illuminazione aggiuntiva e privi di impatto acustico – e che rispondono alle esigenze di tutela e rispetto dei luoghi oltre che ai bisogni dello spettatore-visitatore. Il cartellone contiene 22 eventi originali con nuove produzioni, semplici e complesse, appositamente ideate e presentate in prima assoluta; ai cast dei vari spettacoli si aggiungono grandi interpreti come Paolo Bonacelli, Evelina Meghnagi e Galatea Ranzi.

Gli appuntamenti di Memorie Antiche con il Teatro Mobile – Drammaturgie d’ascolto e nuove percezioni proseguono a maggio e giugno a Ostia Antica e Tivoli: gli eventi sono gratuiti su prenotazione dal sito http://www.teatromobile.eu/ 

I visitatori potranno entrare nei luoghi con le modalità di accesso previste dagli enti gestori degli stessi. Il programma potrà subire variazioni.

L’iniziativa, ammessa a contributo tramite l’Avviso pubblico per il sostegno a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio, è finanziata della Regione Lazio.

TEATRO MOBILE è un’associazione culturale che realizza progetti multidisciplinari, e che vuole proporre in modo sistematico nuove attività spettacolari ed artistiche per la valorizzazione dei luoghi del nostro straordinario patrimonio culturale (artistico, archeologico, museale e paesaggistico).

Illoco Teatro nasce a Roma con l’obiettivo di realizzare spettacoli teatrali per adulti e ragazzi. Svolge regolarmente attività laboratoriali dirette da esperte pedagoghe per l’infanzia e organizza eventi di carattere artistico/culturale. Collabora con il Comune di Roma e l’Università La Sapienza.

L’articolo MEMORIE ANTICHE presenta: Roma, Vie Crucis laiche, condottieri, Imperatrici e tiranni proviene da Viva il teatro.



Fonte:Viva il teatro


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here