“Si è alleato col male, avrebbe ucciso anche i giudici”: perché De Marco ha ucciso i fidanzati di Lecce

“Si è alleato col male, avrebbe ucciso anche i giudici”: perché De Marco ha ucciso i fidanzati di Lecce


Depositate le motivazioni dei giudici della Corte d’assise di Lecce a poco più di un mese dalla fine del processo di primo grado in cui è stato condannato all’ergastolo il 22enne Antonio De Marco, omicida reo confesso dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta.
Continua a leggere


Depositate le motivazioni dei giudici della Corte d’assise di Lecce a poco più di un mese dalla fine del processo di primo grado in cui è stato condannato all’ergastolo il 22enne Antonio De Marco, omicida reo confesso dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here