Il linguaggio del corpo, come interpretare i segreti della comunicazione non verbale


Quante volte vi siete trovati a disagio in una situazione, maturando il desiderio di essere inghiottiti da una voragine seduta stante, pur di non dover fare io conti con l’imbarazzo che poi ne è scaturito? Ma se dissimulare è spesso l’unica soluzione, puntualmente il nostro corpo ci tradisce: istinto, autodifesa, autocontrollo o sabotaggio? Niente di tutto questo. In realtà tutto dipende dal linguaggio del corpo che, come ogni strumento di comunicazione, non può fare a meno di rispondere alle circostanze e in base all’esperienza. In questo articolo, scopriremo come interpretarne i segreti. O almeno ci proveremo.

‘LE TUE AZIONI PARLANO COSI’ FORTE CHE NON RIESCO A SENTIRE QUELLO CHE DICI’ . RALPH WALDO EMERSON

Il linguaggio del corpo appartiene alla famiglia della comunicazione non verbale. Vengono interpretati: la postura, i gesti, i movimenti, le espressioni e la mimica facciale. Secondo il ricercatore Albert Mehrabian la comunicazione passa per il 55 % attraverso il linguaggio del corpo, quindi perché non facilitarsi la vita imparando a riconoscere e a controllare la gestualità, al fine di sfruttarla a nostro vantaggio? Con qualche piccolo accorgimento e impegno, è davvero possibile. Il tutto con un po’ di esercizio, misto alla giusta curiosità e spirito di osservazione.

Gli occhi lo specchio dell’anima – A quanto pare sì. E’ preferibile infatti un contatto visivo franco e diretto con i nostri interlocutori. Tuttavia se il contatto si prolunga eccessivamente può essere interpretato come un segnale di minaccia o come bisogno di imporre la propria superiorità.

Fissare le labbra – Quando per esempio guardiamo le labbra di qualcuno gli stiamo fondamentalmente comunicando:
“che ci sentiamo a disagio a guardarlo negli occhi”. alt! In realtà, distogliere lo sguardo potrebbe significare altrimenti: “ehi tu non mi piaci”. Mentre quando socchiudiamo gli occhi è perché non siamo del tutto convinti di ciò che sta accadendo o delle intenzioni della persona. Altro esempio: Stare a testa alta ( non è solo un detto popolare)è indice di sicurezza del tipo:”non mi da fastidio che la gente mi guardi” , se al contrario stiamo a testa bassa stiamo esprimendo il nostro disagio nell’essere osservati.

La stretta di mano – Una stretta di mano decisa e breve guardando l’ interlocutore negli occhi, è indice di carattere, al contrario le strette di mano molli ne denotano l’assenza. Attenzione alle mani umide: tradiscono ansia e nervosismo. Mani e braccia incrociate sono indice di rifiuto nei confronti del proprio interlocutore.

Le gambe – Se state intrattenendo una conversazione con qualcuno dovete prestare attenzione alla posizione delle gambe se sono dirette nella vostra direzione l’interlocutore è interessato a ciò che state dicendo se in direzione opposta invece è segnale di disinteresse. Se una persona durante una conversazione si sporge in avanti accorciando quindi le distanze è sintomo di interesse, se al contrario non sta fermo un attimo, o batte i piedi nervosamente, probabilmente vorrebbe non intrattenersi ulteriormente in nostra compagnia.

E se qualcuno ci stesse mentendo?
** Toccarsi il viso ripetutamente.
**Mettersi la mano davanti alla bocca mentre si parla ,come se temesse che la verità potesse scappargli.
** Sguardi sfuggenti.
**toccarsi il naso.
**Mettersi le mani fra i capelli.
**Accarezzarsi il mento.
Sono tutti chiari segnali che il nostro interlocutore ci sta mentendo spudoratamente. Ma entriamo in campo amoroso, le donne flirtano involontariamente in almeno 50 modi diversi, molti, gli uomini a quanto pare in circa dieci, ma non fatevene un cruccio.

Se ad un uomo interessa potenzialmente una donna, è possibile che adotti le seguenti movenze:

1) sedersi a gambe divaricate, con i pollici in tasca e le mani distese.

2) se inclina leggermente la testa quando vi guarda, è buon segno. O potrebbe anche non aver capito il concetto..( il che accade piuttosto di frequente).

3) Se solleva impercettibilmente il sopracciglio quando ci vede arrivare è perché ci reputa attraente.
4) Ci potrebbe sorridere in maniera ammiccante.
5) Se sorride a bocca chiusa potrebbe essere un tipo timido.
6) Se sta in piedi con le gambe larghe sta cercando di fare colpo e di sembrare forte ai nostri occhi.

Insomma chi più ne ha più ne metta.
Le donne, invece, come già detto arrivano a sfiorarne cinquanta di modi, ma la loro psicologia è lievemente diversa; da alcuni studi condotti da Clore, Wiggens ed Itkin risulta che una donna brava a flirtare attragga maggiormente di una donna in proporzione più bella ed interessante. Ecco la loro teoria in 3 punti per non sentirci svantaggiate:

* Superare la paura rifiuto, non è comunque una tragedia.

*La paura di sbagliare, flirtare è un modo leggero e divertente di comunicare con un uomo interessante, non è un percorso verso il patibolo. ( sempre che l’uomo sia davvero interessante altrimenti..propendo per il patibolo)

* Mai prendersi troppo sul serio.

Ciò non toglie che anche le donne non possono fare a meno degli sguardi, o dell’ostentazione della sicurezza tipica degli uomini. Non ultimo anche le donne ormai sanno come essere divertenti e allo stesso tempo avere consapevolezza del sottile confine tratteggiato dall’ironia. Le donne possono scostarsi i capelli dal viso, ma anche ricorrere a sorrisi ammiccanti e, quando possibile, state sicuri che se interessate faranno di tutto per accorciare le distanze con la persona interessata. Ma alla fine della fiera per quanto il linguaggio del corpo sia affascinante ricordiamoci sempre che non si tratta di una scienza esatta. E che soprattutto non possiamo spendere il nostro tempo a scrutare di continuo il prossimo, vivendo continuamente nel sospetto.

Di Cristina Pace

19 ottobre 2014

Social

7 COMMENTI

  1. Articolo molto interessante! Grazie Cristina cercherò di mettere in pratica i consigli che ci hai dato! È sempre bene cercare di capire meglio le persone che abbiamo di fronte!

  2. Bell`articolo Cristina, grazie! Da adesso faro` piu` attenzione ai vari messaggi lanciati durante una discussione! Molto interessante!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here