Roma, blitz contro traffico illecito rifiuti pericolosi smaltiti illegalmente

Roma, blitz contro traffico illecito rifiuti pericolosi smaltiti illegalmente. I Carabinieri del Nucleo operativo ecologico stanno eseguendo 5 ordinanze cautelari per il divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriali o professionali per 12 mesi 

Roma, blitz contro traffico illecito di rifiuti pericolosi smaltiti illegalmente. Come apprendiamo dal Messaggero, i Carabinieri del Nucleo operativo ecologico della Capitale stanno eseguendo 5 ordinanze cautelari d’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriali o professionali per 12 mesi nei confronti degli accusati. I reati di traffico illecito di rifiuti e truffa hanno procurato agli indagati l’accumulo di oltre 1 mln di euro.



Sequestrati l’impianto industriale di trattamento dei rifiuti gestito da una società di Guidonia Montecelio e i profitti dei crimini. Le forze dell’ordine del nucleo operativo ecologico hanno lavorato in collaborazione con i nuclei delle città di Ancona, Campobasso, Firenze, Grosseto, Perugia e Pescara e dal comando provinciale dei carabinieri capitolino.

L’indagine, avviata nel 2009, ha portato a scoprire che dal 2008 al 2014 gli accusati avevano gestito illegalmente più di 7 mila tonnellate di rifiuti. Addirittura, gli stessi fanghi da depurazione dell’impianto, erano stati dichiarati non tossici tramite falsi certificati, per una minore spesa e un maggior guadagno dal loro smaltimento. Inoltre, a 9.600 tonnellate di scarti, era stato attribuito un diverso codice del Catalogo europeo dei Rifiuti, affinché risultassero nell’autorizzazione integrata ambientale rilasciata all’azienda.

di Angelica Leone

Social

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO