contratto di ricollocazione, fondi per disoccupati over 30 dalla Regione Lazio

Contratto di ricollocazione, fondi per disoccupati over 30 dalla Regione Lazio. Il progetto servirà a reinserire sul mercato del lavoro i disoccupati di lunga data nella fascia 30-65 anni

Il contratto di ricollocazione è un progetto della Regione Lazio destinato agli over 30 inoccupati e/o disoccupati. Nello specifico, la sperimentazioni si propone l’obiettivo di riqualificare la forza lavoro attraverso dei percorsi formativi mirati, mettendo a disposizione dei fondi a tale scopo.

In riferimento alla fascia di età 30-65 anni, Regione Lazio, enti accreditati e CPI dovranno garantire:

l’attivazione di un servizio di assistenza nella ricerca della nuova occupazione, inerente le capacità professionali e le aspirazioni della persona interessata e il più possibile vicino al suo luogo di residenza, compatibilmente con la domanda espressa dal mercato del lavoro nella zona;
la disponibilità della persona interessata a dedicare alla ricerca della nuova occupazione e all’eventuale riqualificazione professionale necessaria una quantità di tempo almeno corrispondente al tempo pieno o parziale del rapporto di lavoro a cui essa aspira;
l’arco temporale di 4 mesi entro cui l’interessato deve essere ricollocato perché venga riconosciuto all’ente accreditato fornitore del servizio il pagamento del servizio erogato.

Per garantire il servizio verranno utilizzati dei voucher regionali, uno per ciascun contratto di ricollocazioone. La fase di sperimentazione prevede da questo punto di vista 50 mila interventi in tal senso.  Nello specifico, spetterà al CPI il compito di determinare le possibilità di ricollocazione del disoccupato/inoccupato e metterlo al  corrente in modo esaustivo sui relativi contenuti del contratto in questione.

All’avente diritto, invece, spetterà il compito di scegliere l’ente/organizzazione presso cui seguire il percorso di formazione/specializzazione fra quelli accreditati dalla Regione. Il voucher di cui sopra verrà pagato all’ente fornitore del servizio solo successivamente all’ottenimento del risultato occupazionale. Il risultato occupazionale prenderà in considerazione uno o più contratti della durata minima di 2 mesi e comunque non inferiore a 6 mesi. I contratti possono essere non continuativi e stipulati con diverse aziende. In sintesi, il contratto di ricollocazione sancisce gli obblighi del proponente del servizio ed eventuali conseguenze dell’inadempimento di questi verso il richiedente.

L’attività programmatica in capo all’assessorato al Lavoro della Regione Lazio rientrerà all’interno della programmazione europea 2014-2020. Per le fasce più deboli, in mancanza di sostegno al reddito, è prevista un’indennità di partecipazione. Una prima parte dello stanziamento dei fondi, pari a circa 10,4 milioni di euro, sarà destinata in particolare ai disoccupati di lunga data. Per aderire bisogna presentare la domanda di adesione dalle ore 10,00 del giorno 30 settembre 2015 entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 9 ottobre 2015. Elemento fondamentale per poter accedere al progetto, essere residenti in almeno uno dei comuni della Regione Lazio.

Per maggiore informazione e per poter scaricare gli allegati necessari, cliccare qui


1 COMMENTO

  1. Io ho 50 e mi sono iscritto, ma ho saputo che le graduatorie saranno stilate alla rovescia, dando un punteggio più alto dai trentenni in su.
    La regione Lazio si adegua alla politica nazionale di persecuzione dei disoccupati dai quaranta in su.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here