Cils Fp, corso sulle norme per la circolazione dei veicoli stranieri


Importante appuntamento a Roma, il prossimo lunedì 25 febbraio, presso la prestigiosa Sala Protomoteca di Piazza del Campidoglio, dove il Coordinamento della Polizia Locale della CISL Funzione Pubblica ha organizzato una giornata di formazione di alta specializzazione sul falso documentale e sul controllo dei veicoli stranieri.

Circa trecento, tra dirigenti, ufficiali ed agenti di comandi di tutta Italia si confronteranno con alcuni tra i massimi esperti regionali e nazionali in tema di controllo della circolazione di documenti e veicoli stranieri e di contrasto al falso documentale, tra cui Davide Capsoni della Polizia Locale di Milano, Raoul De Michelis, della Polizia Locale di Cisterna di Latina e Antonio D’Agostino, della Polizia Locale di Ciampino.

Nelle 5 ore di formazione, come sempre gratuita ed aperta a tutti i lavoratori anche non iscritti, saranno affrontati – in formato prettamente operativo e pratico – i temi del controllo documentale in strada, il controllo dei veicoli stranieri e le tecniche di individuazione di documenti falsi.

A tutti i partecipanti sarà distribuito il relativo materiale didattico formato da un prontuario operativo ed un CD contenente le schede operative, le app ed i siti web per poter controllare anche in strada i documenti di guida, le revisioni e le assicurazioni di tutti i paesi del mondo, strumenti da rendere agenti ed ufficiali immediatamente operativi nei servizi esterni. Nel corso degli interventi, e della successiva question time sarà affrontato anche il tema delle nuove norme sulla circolazione dei veicoli esteri alla luce del recente Decreto Sicurezza che ha parzialmente modificato alcuni articoli del Codice della Strada.

Nel corso della giornata di formazione saranno presentati sistemi tecnologici avanzati ed un moderno laboratorio portatile in grado di accertare in strada l’autenticità di patenti, carte di circolazioni, passaporti, banconote e valori bollati.

“Da sempre – afferma Giancarlo Cosentino, Coordinatore Nazionale della Polizia Locale della CISL Funzione Pubblica – la CISL Funzione Pubblica crede ed investe nella formazione, soprattutto per un settore delicato come quello della Polizia Locale, tema purtroppo spesso sottovalutato da molte amministrazioni e sacrificato nei capitoli di Bilancio nonostante la necessità di un continuo aggiornamento professionale. Nel corso degli ultimi due anni, grazie alla disponibilità a titolo gratuito di alcuni nostri iscritti e di altri docenti qualificati, la nostra federazione ha formato migliaia e migliaia tra ufficiali ed agenti nelle materie della polizia giudiziaria, dei reati ambientali e della polizia edilizia, delle norme sull’omicidio stradale, dei controlli stradali in materia di abuso di alcol e uso di sostanze stupefacenti, dei controlli di veicoli e conducenti stranieri e di tecniche di autodifesa. Siamo particolarmente orgogliosi di aver organizzato un evento a carattere nazionale, dopo quello che è stato effettuato dalla nostra federazione regionale del Lazio lo scorso mese che ha visto la sala della sede di Via Ferruccio invasa da oltre cento agenti e ufficiali della Polizia Locale che sono rimasti entusiasti della formazione ricevuta. Ci eravamo ripromessi di organizzare, per chi purtroppo non era riuscito a partecipare per la grande affluenza al precedente evento formativo, un nuovo corso e siamo riusciti, anche grazie alla disponibilità dell’amministrazione capitolina, ad ottenere come sede la prestigiosa Sala Protomoteca in Piazza del Campidoglio. Il corso poi si svolge a pochi giorni dal convegno internazionale di Prato ed i docenti potranno anche illustrare le novità emerse proprio in quella sede sul falso documentale.

La formazione, soprattutto in tema di circolazione stradale per gli Ufficiali e Agenti della Polizia Locale è per noi imprescindibile, in quanto con ciò speriamo che l’altissimo numero di morti e feriti sulle nostre strade possa, con gli adeguati controlli, diminuire sensibilmente e che chi si mette alla guida senza rispettare il Codice della Strada possa essere fermato in tempo utile prima che commetta infrazioni non solo di carattere amministrativo ma soprattutto quelli a carattere penale. “

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here