Consigli anti-truffa. Il vademecum del Movimento Consumatori


Truffe raggiri frodi ed inganni, se ne parla troppo spesso o forse per niente. Fermiamoci un attimo a riflettere su quante cose strane ci accadano quotidianamente,cose apparentemente innocenti che tuttavia ci lasciano profondamente inquieti. A volte pensiamo aver fatto una buona azione o comunque di aver aiutato il prossimo in qualche modo,per poi scoprire invece di essere stati raggirati di brutto senza neanche essercene accorti.
Come dice sempre mia madre meglio dire lo so.. che non lo sapevo, per cui bisogna tenersi aggiornati, bisogna informarsi. Pertanto vogliamo segnalarvi che da anni ormai, sono state messe in atto sull’intero territorio nazionale, diverse campagne volte ad informare,prevenire e fornire assistenza e supporto alle vittime delle truffe. La tendenza comune è quella di pensare: ‘non mi accadrà mai’ , ‘queste cose si vedono solo in televisione o nei film’ peccato che entrambe ahimè prendano spunto o siano frutto di fatti realmente accaduti a persone assolutamente reali. Da recenti statistiche infatti risulta che gli anziani, sono sempre più spesso le vittime designate. Per cui organizziamoci, considerando che ne va della nostra sicurezza e di quella dei nostri cari. Vi propongo un breve elenco di comportamenti standard da adottare, tenendo presente che se notiamo qualcosa di strano, le forze dell’ordine devono essere allertate immediatamente. Itanto, ecco alcuni consigli anti-truffa che potranno esservi utili.

1) Non aprite agli sconosciuti;

2) Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere
dipendenti di aziende di pubblica utilità! Ricordate che nessun ente manda personale a casa. Potete comunque confrontarvi con l’ente in questione in un secondo momento;

3) Quando fate operazioni di prelievo o versamento cercate di farvi accompagnare soprattutto nei
giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate;

4) Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre;

5) Non fermatevi mai per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter
controllare i vostri soldi o il vostro libretto della pensione. Non fidatevi anche se chi vi ferma è una persona distinta e dai modi affabili. Ricordatevi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale vi raggiunge per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato;

6) Quando utilizzate il bancomat usate prudenza! Se vi sentite osservati evitate di operare;

7) Se all’interno della banca o dell’ufficio postale avete il dubbio di essere osservati, fermatevi e
parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per
strada entrate in un negozio o cercate un poliziotto o una compagnia sicura;

8) Diffidate da persone che propongono facili guadagni! Non firmate nulla prima di aver consultato il parere di amici o parenti oppure aver sottoposto il contratto ad un avvocato di fiducia;

9) Non fornite mai informazioni personali e dati anagrafici vostri e dei vostri cari, anche per telefono;

10) Non prendete appuntamenti con chi propone di illustrare prodotti da acquistare, specialmente se si è soli in casa.

Di Cristina Pace

Social

6 COMMENTI

  1. Mai come in questo caso è azzeccata la famosa locuzione latina “Repetita iuvant”. Sembrano cose banali, di quelle che si sanno senza bisogno che gli altri ce le ricordino, ma spesso presi dalla leggerezza ce ne dimentichiamo. Questo vademecum sarà utilissimo.

  2. Grazie cristina bisogna stare in guardia ,soprattutto le persone anziane non dovremmo mai lasciarle sole a compiere certe operazioni

  3. Grazie per questo articolo Cristina e grazie anche a Newsgo! Certe cose è bene ripeterle fino alla noia perché spesso le persone anziane, ma anche le meno anziane come i ragazzini ad esempio, possono incorrere in questo tipo di problemi e dopo è troppo tardi! Quindi ben vengano articoli come questo che servono a tenere a mente cose che possono sembrare banali ma che poi allo stato dei fatti banali non lo sono!

  4. Grazie Cristina per questi memo importanti…purtroppo si pensa che certe cose a noi non possano mai accadere, e spesso abbassiamo la guardia e ne siamo vittime!

  5. Ahhhhhh ma queste sò quelle che scrivevano la cosa della serie tv………. ora me rendo conto!
    me sembra si un aticoletto, come a scuola, che siamo scemi noi altri????? ma brava de chè O_O

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here