Almaviva, nessun accordo per la sede romana. 1.666 i licenziamenti

Almaviva chiude, Teresa Bellanova:"Su Roma non si revocano licenziamenti. I lavoratori dovevano essere ascoltati prima"

Si è arrivati all’epilogo della vicenda riguardante la chiusura del call center Almaviva Contact e questo non è positivo: la sede Roma chiude e i dipendenti licenziati arrivano a un totale di 1.666. Inutile il tentativo di mediazione del governo, l’ultimo tentativo per la riapertura della trattativa tra azienda e sindacati voluto dal ministero dello Sviluppo economico ha avuto esito negativo e le lettere di licenziamento sono già state inviate ai dipendenti.

L’accordo bisognava raggiungerlo entro il 22 dicembre, ma i sindacati capitolini, a differenza di quelli della sede napoletana, hanno detto “no” e la successiva mobilitazione dei lavoratori è stata nulla.

Teresa Bellanova, viceministro, ha commentato ed espresso amarezza per la vicenda:

Almaviva profonda amarezza. Nonostante ultimo tentativo su Roma non si revocano licenziamenti. I lavoratori dovevano essere ascoltati prima”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here