Il Covid accelera nelle Rsa italiane: col nuovo Dpcm limiti all’accesso di parenti e visitatori


Il Covid accelera nelle Rsa italiane: col nuovo Dpcm limiti all’accesso di parenti e visitatori


Dopo la strage di invisibili che si è consumata tra marzo e aprile scorsi, torna l’incubo contagi nelle Rsa d’Italia con la seconda ondata di Coronavirus. Mentre si moltiplicano i focolai, il governo con il nuovo Dpcm ha deciso di limitare l’accesso a parenti e visitatori ma per Sebastiano Capurso, vicepresidente nazionale di Anaste (Associazione Nazionale Strutture Terza Età) non è abbastanza: “Servono interventi strutturati”.
Continua a leggere


Dopo la strage di invisibili che si è consumata tra marzo e aprile scorsi, torna l’incubo contagi nelle Rsa d’Italia con la seconda ondata di Coronavirus. Mentre si moltiplicano i focolai, il governo con il nuovo Dpcm ha deciso di limitare l’accesso a parenti e visitatori ma per Sebastiano Capurso, vicepresidente nazionale di Anaste (Associazione Nazionale Strutture Terza Età) non è abbastanza: “Servono interventi strutturati”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here