Morta con il suicido assistito in Svizzera, l’ultima lettera: “Senza nostro figlio la mia vita è finita”

Morta con il suicido assistito in Svizzera, l’ultima lettera: “Senza nostro figlio la mia vita è finita”


“Caro Alberto, senza nostro figlio sento che la mia vita è finita”. Sono state queste le ultime parole di Marta, la donna di 55 anni che ha deciso di morire ricorrendo al suicidio assistito in Svizzera lo scorso 12 ottobre. La 55enne soffriva di depressione, dopo la scomparsa del figlio adolescente. Il marito ha scoperto tutto da una mail finita nello spam della posta elettronica.
Continua a leggere


“Caro Alberto, senza nostro figlio sento che la mia vita è finita”. Sono state queste le ultime parole di Marta, la donna di 55 anni che ha deciso di morire ricorrendo al suicidio assistito in Svizzera lo scorso 12 ottobre. La 55enne soffriva di depressione, dopo la scomparsa del figlio adolescente. Il marito ha scoperto tutto da una mail finita nello spam della posta elettronica.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here