Beauty and the Beast episodio 11, la parola ai fan


Roma, 22 agosto 2014 – Immancabile l’appuntamento con Beauty and the Beast, con le nostre fan a cui cediamo la parola per raccontarci ancora delle sensazioni vissute grazie all’undicesimo episodio di questa stagione, sempre alle 22.50 su Rai2.

In ostaggio“. Potrei raccontarvi molte cose di questo episodio: dei tipi armati, che si aggirano fuori dalla casa galleggiante di Vincent pronti ad entrarvi per prendere la collana; di Vincent che è li, accovacciato dietro la cucina, che li aspetta, pronto a colpirli e farsi dire chi è il loro mandante; dell’arrivo Catherine, Gabe e Tess mandati dalla Landon per prendere Tori e portarla, con le buone o con le cattive, al distretto per interrogarla : si è pur sempre mostrata in giro con una collana rubata e questo non poteva non destare l’interesse dell’ FBI. Potrei ancora dirvi di come Vincent, poco prima che la porta si spalanchi, senta il cuore di Catherine e realizzi come, ancora una volta, lei si trovi proprio li, ad un passo da lui ad intralciare, di nuovo, i propri progetti; o ancora dell’arresto di Tori, prima, e del sequestro di un intero distretto, poi, da parte degli stessi tipi loschi che, seguendo Catherine, Tess e Tori, erano riusciti ad infiltrarsi nel distretto per strappare la collana dal collo di Tori, con scarso successo; o ancora, potrei parlarvi di un Gabe che decide di stare con Catherine, o di un agente Landon sospettosa che, nel momento peggiore di tutti, cerca quasi di fare conversazione con Tess per scoprire cosa le viene tenuto nascosto. Potrei infine raccontarvi, ma questo sicuramente sarebbe degno di nota , del calcione col quale Catherine stende (“Vai Catherine sei tutte noi”) , letteralmente, Tori facendo felici tutte noi. Potrei raccontarvi tutto questo ma, voglio dirvi di loro, dei nostri amati VinCat e voglio farlo così, prendendo in prestito, per iniziare, le parole di una delle più belle canzoni della musica italiana.
“Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano” canta Venditti, e credo che, se mi chiedessero di descrivere in poche parole la storia dei nostri amati VinCat prenderei in prestito proprio queste parole. Quell’amore, quel “destined love” dietro al quale ci siamo perse tutti noi fans di BATB, quell’amore che ormai sembra essere perduto per sempre, invece è tutto li, in tre semplici, piccole parole : “Lei è dentro?”. Lo sguardo di Vincent è chiaro, poco conta la collana, poco contano i suoi interessi, poco conta la stessa Tori,l’ennesima rossa che lo ha allontanato dalla sua Catherine e con la quale ora sembra condurre una sorta di relazione di cui,personalmente,credo sia poco convinto. Gabe non fa in tempo a rispondere che Vincent sparisce dalla sua vista; Catherine è in pericolo e lui,si sa,non può fare a meno di salvarla, lo ha sempre fatto e sempre lo farà, nonostante tutto e tutti. L’happy ending sembra dietro le porte, il ritorno dei nostri VinCat sembra vicino, ma questo è solo l’inizio. Tanta è ancora la rabbia di Vincent nei confronti di Catherine e di tutto il suo albero genealogico: Vanessa è l’artefice del suo essere una beast, è lei ad avergli materialmente iniettato il siero, c’era anche lei invischiata negli esperimenti della Miurfield; Bob, lo ha catturato, gli ha cancellato la memoria, lo ha trasformato in un supersoldato, quale doveva essere, e lo ha fatto diventare una macchina per uccidere, fino a quando gli è servito; l’antenata di Catherine, Rebecca, sembra essere collegata in qualche modo con questa famosa collana,che scopriremo alla fine essere un “collare” per controllare le bestie; Catherine infine, ha scelto di salvare la vita a suo padre, l’uomo che l’ha allontanata dal suo amore in tanti e tanti modi. Non deve essere stato facile per Vincent, la sua Catherine gli ha sparato. La sua Catherine ha perso fiducia in lui. La sua Catherine ha visto in lui una bestia e non più solo e soltanto Vincent. Ed anche se sembra veramente che Vincent non sia più lo stesso, in fondo nel suo cuore Catherine è convinta che il “vecchio Vincent” sia ancora li, da qualche parte, dentro di lui. Lo prega, lo supplica, prega il vecchio ed il nuovo di Vincent, lo prega di aiutarla, di aiutare tutte quelle persone in balia di quei pazzi rapitori. Lo prega e non si rassegna. Lei ci crede, ci crede ancora che il vecchio Vincent sia li da qualche parte. Ci crede e gli chiede scusa. Scusa. Sembra quasi essere stata questa la parolina magica quando vediamo Vincent consegnarsi agli uomini che stanno cercando lui e la collana. Peccato che, Vincent, non ha sentito una parola delle preghiere di Catherine. Aveva la collana e questa, ormai lo sappiamo, gli fa perdere tutti i suoi poteri bestiali. Vincent è tornato ad aiutare lei e tutti gli altri di sua spontanea volontà, perché in fondo il vecchio Vincent è sempre stato li, dentro di lui. Catherine lo aveva convinto ancor prima della sua supplica, semplicemente dicendogli che il vecchio Vincent non avrebbe lasciato quella gente in pericolo, il vecchio Vincent avrebbe anche rischiato di essere scoperto pur di salvare gente innocente. E li ritroviamo così, seduti ad una scrivania del distretto, uno di fronte all’altra,a ridere e scherzare, pronti a collaborare per risolvere questo nuovo caso, come ai vecchi tempi. Tutto è cambiato eppure loro, ai nostri occhi, sembrano essere tornati, finalmente, quelli di un tempo.

Elisa Novelli

Social

19 COMMENTI

  1. Grazie Elisa, anche questa settimana hai reso perfettamente le emozioni provate durante l`episodio…e concordo con te: quell`amore che sembra perduto e quasi irrecuperabile é sempre stato li…e con quelle 3 parole “lei é dentro?” ora ne abbiamo la certezza. Bellissima recensione!

  2. Grandissimaaaaaa eliiiiiiiiiii…..bello,bello e ancora bello….qualcosa sta cambiando o sta uscendo di nuovo allo scoperto tra i nostri vincat….e si è vero…quel “lei e li dentro?” Dice tutto…brava la nostra Sailor

  3. Brava Elisa! hai colto il senso di quello a cui abbiamo assistito e lo hai reso perfettamente! Sembrava tutto finito, invece i loro sentimenti sono ancora lì, intatti, anzi, forse più profondi, perché dovranno superare tutto ciò che li ha divisi. E tutto parte da “Lei è dentro” Tutto parte da quello scatto per entrare a salvarla che ci ha fatto saltare sui divani ed esultare al pensiero ” Lo sapevo, lo sapevo! Vai Vincent, vai!!!” Grazie!!!!!

  4. Brava Elisa! Stupenda recensione dove hai saputo descrivere benissimo le emozioni che questo episodio ci ha dato e dove hai magistralmente evidenziato il vero rapporto tra i nostri Vincat! Vada come vada, accada quel che accada, il loro legame è indissolubile e niente e nessuno potrà spezzarlo!

  5. Grande Elisa……hai scritto tutto perfettamente…..i Vincat sono ancora lì….. quel tipo di amore non finisce mai!!

  6. Grazie mille ragazze, questo è un episodio a cui tengo in particolar modo e sono contenta di essere riuscita a trasmettervi quello che l’episodio in questione trasmette a me! I miei ringraziamenti vanno anche e soprattutto a NewsGo che anche questa settimana ci ha dato questa fantastica opportunità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here