Lecce, nel diario del killer il movente dell’omicidio dei fidanzati: “Solitudine e assenza d’amore”


Lecce, nel diario del killer il movente dell’omicidio dei fidanzati: “Solitudine e assenza d’amore”


Antonio De Marco avrebbe ucciso lo scorso 21 settembre Daniele De Santis, 33 anni, e la fidanzata Eleonora Manta, 30, per un’ incontrollabile “sensazione di solitudine e l’assenza di amore, oltre ai ripetuti rifiuti da parte delle ragazze con le quali aveva tentato di avere una relazione”. Il movente all’interno del diario del ragazzo e di un romanzo dattiloscritto dal titolo “Vendetta” ritrovato nella sua casa.
Continua a leggere


Antonio De Marco avrebbe ucciso lo scorso 21 settembre Daniele De Santis, 33 anni, e la fidanzata Eleonora Manta, 30, per un’ incontrollabile “sensazione di solitudine e l’assenza di amore, oltre ai ripetuti rifiuti da parte delle ragazze con le quali aveva tentato di avere una relazione”. Il movente all’interno del diario del ragazzo e di un romanzo dattiloscritto dal titolo “Vendetta” ritrovato nella sua casa.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here