Mafia, commercianti e imprenditori si ribellano al racket imposto dal clan: 20 arresti a Palermo


Mafia, commercianti e imprenditori si ribellano al racket imposto dal clan: 20 arresti a Palermo


Diciotto persone, tra commercianti e piccoli imprenditori del quartiere Borgo Vecchio di Palermo, si sono ribellati al racket e hanno denunciato gli estortori mafiosi: 20 tra boss, gregari ed esattori del clan sono stati fermati questa mattina dai carabinieri. Un consiglio che un indagato aveva dato ad un altro soggetto per passare inosservato: “Fatti un tatuaggio e ti scrivi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e si risolvono i problemi”.
Continua a leggere


Diciotto persone, tra commercianti e piccoli imprenditori del quartiere Borgo Vecchio di Palermo, si sono ribellati al racket e hanno denunciato gli estortori mafiosi: 20 tra boss, gregari ed esattori del clan sono stati fermati questa mattina dai carabinieri. Un consiglio che un indagato aveva dato ad un altro soggetto per passare inosservato: “Fatti un tatuaggio e ti scrivi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e si risolvono i problemi”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here