Sara Pedri, altro caso di mobbing all’ospedale di Trieste: “Si è aperta una ferita mai rimarginata”

Sara Pedri, altro caso di mobbing all’ospedale di Trieste: “Si è aperta una ferita mai rimarginata”


Non solo Sara Pedri. Il consigliere provinciale di Onda Civica, Filippo Degasperi, in un’interrogazione all’assessore alla sanità ha scritto che nel marzo 2020 la Corte d’Appello ha condannato l’Azienda sanitaria trentina per mobbing, fissando un risarcimento di oltre 200mila euro a favore di un medico anestesista-rianimatore, che si era dimessa quattro anni prima, dopo un periodo di lavoro travagliato: “Non ho potuto non immedesimarmi in quanto le è accaduto, si è aperta in me una ferita mai rimarginata”.
Continua a leggere


Non solo Sara Pedri. Il consigliere provinciale di Onda Civica, Filippo Degasperi, in un’interrogazione all’assessore alla sanità ha scritto che nel marzo 2020 la Corte d’Appello ha condannato l’Azienda sanitaria trentina per mobbing, fissando un risarcimento di oltre 200mila euro a favore di un medico anestesista-rianimatore, che si era dimessa quattro anni prima, dopo un periodo di lavoro travagliato: “Non ho potuto non immedesimarmi in quanto le è accaduto, si è aperta in me una ferita mai rimarginata”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here