La Roma si fa ancora male, Napoli corsaro all’Olimpico


La Roma continua il momento di appannamento e all’Olimpico cede per 2-1 al Napoli e riapre i giochi per la corsa al secondo posto che vale l’accesso diretto in Champions. Ancora difesa giallorossa che soffre e a decidere è la doppietta di Mertens. La reazione arriva solo nel finale ma non basta Strootman e i due pali: Roma che ora rischia di rovinare la stagione.

Sarri opta per il consueto 4-3-3 con Callejòn, Mertens ed Insigne a comporre il reparto offensivo. Spalletti cambia rispetto al derby di Coppa, con Perotti, Nainggolan ed El Shaarawy, preferito a Salah, che agiranno alle spalle di Edin Dzeko. Subito la squadra ospite che prova a mettere pressione agli avversari, che provano ad agire in ripartenza. La prima conclusione arriva al 12′, con Nainggolan che impegna centralmente Reina. Un minuto dopo però si fa vedere il Napoli, con Hamsik che mette in mezzo per Mertens che stacca di testa, ma non trova lo specchio della porta. Al 23′ occasione dei giallorossi, con Rudiger che mette in mezzo all’area, Koulibaly allontana su Perotti che controlla il pallone ed infila Reina. Banti però ferma tutto per fallo di mano dell’8 giallorosso. Ma al 26′ arriva il vantaggio del Napoli: Hamsik pesca centralmente Mertens, che brucia la difesa giallorossa e con un tocco sotto beffa Szczesny in uscita. Partenopei che così ritrovano la rete all’Olimpico dopo 301 minuti. La risposta della Roma arriva al 33′ su un errore di Jorginho che rinvia su El Shaarawy, la palla arriva a Strootman che calcia col mancino da dentro l’area di rigore ma manda alto. Roma che prova ad uscire ma il Napoli quando può cerca di fare male, come al 39′, quando Hamisk pesca ancora in verticale Mertens, che infila Szczesny con l’esterno destro, ma l’arbitro ferma tutto per fallo in attacco del belga su Fazio. La squadra di Spalletti che prova a colpire ma le idee latitano, merito anche di un Napoli in controllo dietro.

Nella ripresa subito Roma aggressiva, con Nainggolan che al 3′ parte palla al piede, esplode un gran destro che viene deviato da Koulibaly: la palla si spegne alta sopra la traversa di Reina. Ma la squadra di Sarri è implacabile e al 5′ passa ancora: Insigne mette in mezzo col mancino, Mertens sbuca sul secondo palo ed infila Szczesny per la seconda volta. La risposta dei padroni di casa arriva due minuti dopo con Perotti, ma Reina salva. Spalletti prova a cambiare l’incontro togliendo El Shaarawy e Fazio e inserendo Bruno Peres e Salah. Ed è proprio l’egiziano che all’11’ con un tiro a giro sfiora la rete, poco prima invece altra opportunità in contropiede per il Napoli, ma Rudiger salva rischiando anche l’autorete. Giallorossi che premono ma rischiano dietro, davanti Dzeko è impreciso e, in particolare al 16′ quando parte in contropiede ma il destro a incrociare una volta entrato in area finisce di molto sul fondo. Sarri che toglie Jorginho e inserisce Diawara per dare più quantità al centrocampo, mentre poco dopo è costretto a togliere Mertens per infortunio e giocarsi Zielinski. Tanta tensione in campo, a farne le spese fuori Sarri, che viene allontanato da Banti, mentre sul campo il Napoli continua a controllare senza grossi problemi. Al 33′ lampo di Salah che al limite prova a girare di prima intenzione di sinistro un assist di Dzeko ma il pallone finisce fuori. Al 39′ invece altra opportunità per gli ospiti, ma Rog si fa stoppare da Szczesny, ma la Roma è anche sfortunata, perché un minuto dopo Salah, su imbeccata di Nainggolan, si presenta a tu per tu con Reina ma il suo destro si stampa sul palo. Il finale invece è di fuoco: allo scadere Strootman riapre i giochi con sinistro, poi nel recupero Perotti calcia a botta sicura da dentro l’area di rigore, Albiol devia la conclusione ma Reina si supera e manda il pallone sulla traversa. Ma non c’è nulla da fare: prima sconfitta in campionato all’Olimpico e colpo decisivo per il morale della Roma.

ROMA-NAPOLI 1-2

Roma (4-2-3-1): Szczesny 6; Rüdiger 5, Manolas 5, Fazio 4,5 (6′ st Bruno Peres 5,5), Juan Jesus 5; De Rossi 5,5 (33′ st Paredes sv), Strootman 6,5; Perotti 6,5, Nainggolan 6, El Shaarawy 5 (6′ st Salah 6,5); Dzeko 5.
A disposizione:  Alisson, Lobont, Mario Rui, Vermaelen, Emerson, Grenier, Gerson, Totti.
Allenatore: Spalletti.
Napoli (4-3-3): Reina 8; Hysaj 5,5, Albiol 5,5, Koulibaly 6, Ghoulam 6; Rog 7, Jorginho 6,5 (21′ st Diawara 6), Hamsik 7 (33′ st Milik sv); Callejon 6, Mertens 7,5 (33′ st Zielinski 6), Insigne 7.
A disposizione: Sepe, Rafael, Strinic, Maggio, Maksimovic, Chiriches, Giaccherini, Allan, Pavoletti.
Allenatore: Sarri.

Arbitro: Banti

Marcatori: 26′ pt e 4′ st Mertens (N), 44′ st Strootman (R)
Ammoniti: Rog (N), Manolas (R), De Rossi (R), Perotti (R)
Espulsi: –
Note: espulsi al 30′ il vice di Sarri Calzona per proteste e lo stesso Sarri per aver abbandonato l’area tecnica, al 47′ st espulso il vice di Spalletti Domenichini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here