Nazionale qualificata, sosta terminata: il punto sulla Serie A al rientro in campo

La Nazionale guidata da Roberto Mancini ha compiuto il suo dovere: la vittoria contro la Grecia ha consegnato agli azzurri (che poi hanno battuto anche il Liechtenstein) l’accesso alle fasi finali degli Europei con tre giornate di anticipo, ora c’è tempo per rodare meglio gli schemi e per pensare alle convocazioni. Ma uno step importante è stato fatto.

Archiviata la sosta, per le squadre di club è tempo di riabbracciare gli elementi della rosa che erano partiti. E di potersi preparare così nel migliore dei modi alle rispettive sfide di campionato, perché la Serie A sta per tornare.

Vertice: l’Inter ora deve inseguire

Dopo la vittoria nel derby d’Italia, la Juventus di Sarri ha scavalcato in classifica i nerazzurri che fino a quel momento erano usciti sempre vincitori da ogni singolo match di Serie A: nessun ridimensionamento per un’Inter che resta forte e in salute, ma la prova di forza bianconera c’è stata. Sarri vorrà dare continuità e mantenere la vetta, e contro il Bologna Ronaldo&Co cercheranno proprio di portare a casa questo risultato. Obiettivo: tenere testa alle rivali fino alla fine e conquistare l’ennesimo scudetto partita dopo partita, un’impresa alla portata anche secondo le quote sulla Serie A di William Hill, che vedono la Juventus strafavorita per la vittoria finale (1.36).

Subito dietro c’è l’Inter di Conte, che sarà chiamata invece alla trasferta di Sassuolo: un match delicato che potrà dire molto del futuro (prossimo) nerazzurro, visto che bisognerà vedere come i nerazzurri reagiranno dopo lo stop contro la Juventus. E in qualche modo dovrà reagire anche il Napoli, al momento quarto in classifica a quota 13 punti (dietro all’Atalanta, terza a 16): la squadra di Ancelotti sta vivendo un momento particolare, contro il Verona c’è bisogno di una (bella) vittoria per proseguire il campionato con lo spirito giusto.

Lotta Champions e non solo

Come detto, l’Atalanta è al terzo posto in questo momento e sta dimostrando di poter continuare su grandi livelli. Al ritorno in campo però c’è la Lazio di Inzaghi, altra pretendente per un posto Champions: Gasperini affronterà la gara senza Zapata (infortunatosi in Nazionale), i biancocelesti sperano di recuperare qualche punto a una diretta concorrente.

Il nuovo Milan di Pioli vuole partire subito bene, e con il Lecce ci sarà l’esordio del neo tecnico rossonero: l’era Giampaolo è ormai alle spalle, San Siro spera di vedere uno gioco migliore adesso (possibilmente accompagnato dai risultati). Due trasferte, infine, per Roma e Fiorentina: giallorossi impegnati a Marassi contro la Sampdoria (ora allenata da quel Ranieri che lo scorso anno ha sostituito di Francesco sulla panchina giallorossa), i viola invece chiuderanno il calendario dell’ottava giornata lunedì sera (21 ottobre) a Brescia.

Tutte sfide, insomma, che sembrano dall’esito scontato ma che potrebbero nascondere più di un’insidia per le grandi del nostro campionato. Per il resto, il Torino (altra possibile outsider per l’Europa, insieme alla Fiorentina) cerca punti a Udine, mentre Cagliari-SPAL e Parma-Genoa saranno importanti per capire a che punto sono le squadre che lottano per restare in A.

Ne vedremo delle belle, dunque: la Serie A sta per tornare, i duelli ravvicinati e a distanza stanno per ricominciare. Dalla lotta scudetto a quella per la salvezza, ci sono tanti punti importanti in ballo. Non resta che mettersi comodi e godersi lo spettacolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here